BUCCIA D’ARANCIA NON CI FAI PAURA – massaggio modellante/anti cellulite, tecniche e benefici

La cellulite è considerata un difetto estetico e appartiene alla maggior parte delle donne. Con questo termine si identifica quel tipo di adipe caratterizzato da fossette e rigonfiamenti nelle zone colpite. Tra le varie terapie collaudate contro la cellulite, di sicuro una tra le più efficaci è il massaggio, anche se l’inestetismo in questione può essere ridotto ma non eliminato del tutto, né tantomeno in modo definitivo.

massaggio_cellulite

La cellulite è un tipo di grasso dall’apparenza grumosa che generalmente si forma su cosce, glutei e addome: colpisce almeno 8 donne su 10, ovviamente con stadi diversi. Anche gli uomini, però, non ne sono sempre totalmente immuni. La trama irregolare del disturbo si manifesta come tale perché le cellule di grasso si accumulano fra i tessuti fibrosi, che collegano la pelle ai muscoli sottostanti. Il grasso crea i rigonfiamenti, mentre gli strati fibrosi determinano le cosiddette fossette, causando una superficie irregolare.

Cattura

 

I trattamenti anticellulite che utilizzano il massaggio variano a seconda dei metodi utilizzati. In alcuni casi si tratta di applicazioni locali di unguenti, creme e oli a base di erbe e alghe: in questo caso il massaggio è manuale. In altri casi, come ad esempio nella pressoterapia, sarà invece meccanico.

Per quanto nella maggior parte dei casi il massaggio non curerà definitivamente la cellulite, comunque ne ridurrà gli inestetismi. Ovviamente, il trattamento è da abbinare a una buona dieta e a un’appropriata attività fisica per mantenere il peso forma e per rinforzare e tonificare i muscoli di gambe, cosce e glutei, ossia le famose zone critiche tanto colpite dal disturbo.

È bene chiarire che i risultati non sono immediati, ma per notare un certo miglioramento sono necessarie almeno 6 settimane: l’importante è eseguire il massaggio con una certa costanza. Solo in questo modo si otterrà una pelle più liscia e compatta su gambe, cosce e glutei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*