Dimagrire con il caffè verde.. verità e bugie!!

Sarà per il suo color smeraldo, per la sua assonanza con il più blasonato tè verde o per il suo fascino esotico, fatto sta che quella del caffè verde è diventata in poco tempo una vera e propria moda.
Si moltiplicano infatti i prodotti dimagranti a base di questa sostanza e sul web i patiti della dieta si scambiano consigli su dove reperire la magica bevanda dalle miracolose proprietà brucia grassi. Si vocifera che sia infatti in grado di far perdere i chili di troppo in poco tempo. Quanto c’è di vero? Scopriamolo.

Il caffè verde
Cos’è il caffè verde? Una varietà esotica di caffè dai chicchi smeraldo? Sbagliato: non è nient’altro che il normale chicco di caffè (Coffea Arabica) crudo, cioè non tostato. Durante la torrefazione, infatti, andrebbero perse molte delle proprietà benefiche del caffè verde, innanzitutto quella di favorire la perdita di peso.
Secondo diversi studiosi, infatti, grazie a questo alimento gli zuccheri e i grassi che ingeriamo verrebbero trasformati più velocemente in energia per i muscoli e i depositi adiposi di grasso bruciati più rapidamente grazie all’azione degli antiossidanti (tra cui l’acido clorogenico) di cui il caffè verde è ricco.
Il caffè verde fa dimagrire: è una bufala?
Non esistono cibi miracolosi in grado di far scendere all’improvviso l’ago della bilancia, avvertono i nutrizionisti, e in molti esprimono le loro perplessità sugli effettivi “poteri dimagranti” del caffè verde.
Tuttavia questo prodotto, come in passato altri ritrovati miracolosi (pensate alle bacche di acai o al gambo d’ananas), inserito nel giusto contesto, può essere comunque un ottimo coadiuvante di una dieta dimagrante sana ed equilibrata. Non serve a nulla infatti, bere una tazza di caffè verde mezz’ora prima dei pasti quando per il resto della giornata si mangia smoderatamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*