4 CONSIGLI PER PREPARARE LA PELLE ALL’ESTATE

1) Idratazione
L’idratazione della pelle inizia dall’interno. Per prevenire la secchezza della pelle durante l’esposizione al sole, ricordiamoci di bere circa 2 litri di acqua al giorno già prima di partire per le vacanze. Bere acqua contribuisce all’idratazione della pelle e la aiuta ad avere un aspetto migliore. In estate è importante reintegrare i liquidi eliminati dalla sudorazione.

2) Scrub
Uno dei semplici gesti (comunque ESSENZIALE) che potrete fare sulla vostra pelle per prepararla al sole e all’abbronzatura è lo scrub esfoliante.
Il Peeling (sinonimo di Scrub) aiuta ad eliminare le cellule morte e a rigenerare la pelle.
iSun consiglia un Peeling DETOSSINANTE, al Sale del Mar Morto abbinato successivamente ad un massaggio rilassante.

3)Pulizia profonda
Dedicatevi ad una pulizia profonda della pelle del viso, la più delicata ed esposta alle scottature.
iSun consiglia di applicare una maschera all’argilla o utilizzare dei prodotti a base di zeolite, un minerale che secondo gli esperti aiuta a proteggere la pelle dai danni solari contribuendo ad eliminare le sostanze inquinanti che possono infiltrarsi al suo interno.

4)Betacarotene
Il betacarotene è un integratore molto noto e utilizzato per preparare la pelle all’esposizione al sole, ma al di là dei prodotti che possiamo acquistare in erboristeria, è bene ricordare che possiamo arricchire la nostra alimentazione in modo naturale grazie alle carote che contengono naturalmente betacarotene. Per beneficiare del betacarotene, precursore della vitamina A, contenuto nelle carote, si consiglia di consumarle cotte o meglio leggermente scottate e con un filo d’olio.

PER QUALSIASI INFORMAZIONE, VISITATE IL NOSTRO SITO
www.isunrimini.it

iSun
Your Body, Your Expression

#isunrimini
#yourbodyyourexpression
#pelle
#abbronzatura
#estate

Novità iSun – TRATTAMENTO ACIDO MANDELICO – dalla rimozione macchie cutanee, all’acne.

sun-fb-profile-v2

L’acido mandelico appartiene alla famiglia degli alfa idrossiacidi (AHA). E’ un derivato dell’estratto di mandorle amare ed è stato introdotto nell’uso dermatologico grazie alle esperienze maturate prima in America latina, poi negli Stati uniti, e quindi successivamente anche in Europa.

Da oltre tre anni è possibile valutarne, scientificamente, le caratteristiche salienti poiché è disponibile in forma pura, a concentrazioni note, o in associazione con molecole note.
1

Avendo una molecola grande è quindi un ingombro maggiore dell’acido glicolico e dell’acido piruvico, è caratterizzato da una bassa capacità di penetrazione, esercitando un’azione in superficie per cui è stato definito come un peeling della pelle e non essendo un fotosensibilizzante, è applicabile in tutti i periodi dell’anno, anche per questo è stato definito inoltre peeling adatto a tutte le stagioni.

La pelle è soggetta alla perdita di abbronzatura col passare del tempo che scompare piano piano a volte lasciando delle zone piu scure di altre.
L’acido mandelico in questo periodo è molto utile per restituire alla pelle la giusta idratazione e per purificarla, rendendo cosi l’incarnato compatto e luminoso. L’acido mandelico presenta, rispetto ad altri peeling inoltre un effetto batteriostatico e sebostatico, effetti straordinari per migliorare la “texture” della cute. Viene proposto come peeling chimico per trattare la cute anche affetta da acne.

2

L’acido mandelico è un trattamento che va necessariamente svolto in centri estetici specializzati, evitando quindi prove “fai d te”. Rilassati, tra le mani di estetiste esperte, l’acido mandleico va lasciato in posa per circa venti minuti e l’effetto è subito riscontrabile, dopo qualche trattamento poi si manifesta la diminuzione della profondità delle rughe sottili.
I risultati sono molto apprezzabili già dopo le prime due sedute.

VIENI A PROVARE DA ISUN I RISULTATI MIRACOLOSI.
Solo da noi..

PROVARE PER CREDERE!!!

Per info sui costi del trattamento singolo o di pacchetti personalizzati, chiama lo 0541.416353

www.isunrimini.it

iSun
Your Body, Your Expression.

Ottenere un’ottima abbrozatura seguendo i consigli di iSun!!

Spesso i clienti ci chiedono come migliorare o prolungare l’abbronzatura, così da apparire sempre in modo impeccabile.
Questo è possibile se vengono seguite alcune norme che adesso andremo ad illustrare.

Prima di tutto è importante sapere che la pelle si rigenera completamente dopo circa 28 giorni ed è quindi inutile provare a conservare la propria abbronzatura oltre. Con alcuni accorgimenti però possiamo far sì che la nostra abbronzatura sia più bella e ci dia un aspetto altamente salutare.

E’ consigliabile per esempio effettuare una scrub approfondito e completo della pelle, prima di fare la lampada, così da eliminare le cellule morte superficiali. Questo garantirà una maggiore resa della lampada e più lucentezza alla nostra pelle. Se invece lo scrub sarà fatto dopo elimineremo sì le cellule morte, ma anche parte del colore, accorciando la durata della nostra abbronzatura.

Il grande nemico dell’abbronzatura e della pelle poi è la disidratazione che toglie lucentezza e colore alla nostra pelle, desquamandola e aumentando la visibilità delle rughe. Quindi la parola d’ordine è IDRATARE. Procuratevi a questo fine una buona crema idratante e un buon doposole da applicare sempre. Inoltre preferite la doccia al bagno poiché quest’ultimo ha la tendenza a lavare via anche il grasso (sebo) naturale che ricopre la pelle e, quindi, a seccare la pelle. A tal proposito: vi siete accorti che tornando da località esotiche spesso si perde parte dell’abbronzatura? E’ l’effetto del viaggio in aereo che con la sua aria secca accelera il processo di perdita dell’abbronzatura.

Un ulteriore “aiuto” all’abbronzatura arriva dagli alimenti e dalla vostra dieta. Come molti sapranno una dieta ricca di carote è un vero toccasana per l’abbronzatura. Il betacarotene contenuto nelle carote infatti è un precursore della vitamina A (può essere cioè trasformato in vitamina A) che stimola la produzione di melanina.

 Ha comunque una funzione protettiva dagli effetti dannosi degli UV.

Il betacarotene ha inoltre innumerevoli vantaggi quali una generale protezione verso le sostanze potenzialmente nocive, un aiuto per la vista, per la riparazione dei tessuti e nel mantenimento di una pelle liscia e morbida.

Esso non si trova solo nelle carote ma in generale in tutti i frutti e le verdure di colore arancione. E’ inoltre presente in grandi quantità nel fegato di merluzzo e nell’olio di fegato di merluzzo, che però non sono proprio la colonna portante della dieta in estate.

 
Infine noi di iSun  sconsigliamo di usare autoabbronzanti. L’abbronzatura ottenuta con questi prodotti infatti è poco naturale e non uniforme. Se l’abbronzatura sta svanendo troppo rapidamente ricordatevi di idratare spesso la pelle e, se proprio avete bisogno di un colore più duraturo, fate qualche seduta di lampada a bassa pressione.

 

iSun

you body, your expression

Dimagrire con il caffè verde.. verità e bugie!!

Sarà per il suo color smeraldo, per la sua assonanza con il più blasonato tè verde o per il suo fascino esotico, fatto sta che quella del caffè verde è diventata in poco tempo una vera e propria moda.
Si moltiplicano infatti i prodotti dimagranti a base di questa sostanza e sul web i patiti della dieta si scambiano consigli su dove reperire la magica bevanda dalle miracolose proprietà brucia grassi. Si vocifera che sia infatti in grado di far perdere i chili di troppo in poco tempo. Quanto c’è di vero? Scopriamolo.

Il caffè verde
Cos’è il caffè verde? Una varietà esotica di caffè dai chicchi smeraldo? Sbagliato: non è nient’altro che il normale chicco di caffè (Coffea Arabica) crudo, cioè non tostato. Durante la torrefazione, infatti, andrebbero perse molte delle proprietà benefiche del caffè verde, innanzitutto quella di favorire la perdita di peso.
Secondo diversi studiosi, infatti, grazie a questo alimento gli zuccheri e i grassi che ingeriamo verrebbero trasformati più velocemente in energia per i muscoli e i depositi adiposi di grasso bruciati più rapidamente grazie all’azione degli antiossidanti (tra cui l’acido clorogenico) di cui il caffè verde è ricco.
Il caffè verde fa dimagrire: è una bufala?
Non esistono cibi miracolosi in grado di far scendere all’improvviso l’ago della bilancia, avvertono i nutrizionisti, e in molti esprimono le loro perplessità sugli effettivi “poteri dimagranti” del caffè verde.
Tuttavia questo prodotto, come in passato altri ritrovati miracolosi (pensate alle bacche di acai o al gambo d’ananas), inserito nel giusto contesto, può essere comunque un ottimo coadiuvante di una dieta dimagrante sana ed equilibrata. Non serve a nulla infatti, bere una tazza di caffè verde mezz’ora prima dei pasti quando per il resto della giornata si mangia smoderatamente.